Storie e Personaggi

Quando Susan Sarandon fu “derubata” da Cher

Le due, che hanno diviso il set per "Le streghe di Eastwick", sono diventate in seguito amiche: ma ecco cosa è successo

Per chi la segue sin dagli inizi Susan Sarandon sarà sempre l’innocente Janet Weiss dell’intramontabile cult The Rocky Horror Picture Show. Suo è anche il volto di Louise Elizabeth Sawyer. Se il nome, da solo, può non dire molto, basta aggiungere quello della sua celebre compagna di (dis)avventura, Thelma Yvonne Dickinson, per farci capire che si tratti di una delle coppie più celebri del grande schermo: Thelma & Louise.

Insomma, già basandosi esclusivamente sui due progetti sopracitati è facile rendersi conto dell’incredibile fiuto che Susan Abigail Tomalin, in arte Susan Sarandon, ha nel calibrare le sue scelte artistiche. Un intuito che è, in fin dei conti, testimonianza del suo inestimabile talento, che anche oggi 4 ottobre, allo scoccare esatto dei 75 anni, la rende tra le interpreti hollywoodiane più amate di sempre. Ma che però non l’ha risparmiata da alcuni eventi spiacevoli. È il caso, questo, di un presunto “furto” subito nientemeno che da un’altra sua celebre collega, con la quale ha diviso il set de Le streghe di Eastwick, ovvero Cher. E proprio il celebre cult del 1987 sarebbe stato la pietra dello scandalo.

Susan Sarandon e i rapporti tesi sul set de Le streghe di Eastwick

Attrice, produttrice e attivista statunitense, newyorkese di nascita, Susan Sarandon vanta una carriera stellare. Vincitrice di un Premio Oscar come Miglior Attrice Protagonista per il film Dead Man Walking – Condannato a morte (1995), diretto dall’allora compagno Tim Robbins, è nota anche per i suoi ruoli sul piccolo schermo. In particolare, negli ultimi anni si è fatta notare grazie alla serie targata Ryan Murphy (già ideatore di Glee e American Horror Story) Feud, incentrata sull’iconica faida tra le due grandi dive della Hollywood d’Oro, Bette Davis e Joan Crawford, interpretate rispettivamente da Sarandon stessa e Jessica Lange.

E pare proprio che, così come accaduto alle due celebri icone, anche tra Susan Sarandon e Cher e i rapporti non siano stati sempre semplici. Il tutto avrebbe avuto luogo nel 1987, sul set di Le streghe di Eastwick, film dal cast stellare, diretto da George Miller e interpretato, oltre che dalle interpreti sopracitate, anche da Michelle Pfeiffer e Jack Nicholson. Basato sull’omonimo romanzo di John Updike, vede l’intramontabile “Jack” nel ruolo del Diavolo in persona, evocato per sbaglio dalle protagoniste, inconsapevoli di essere streghe. Una volta compresa la vera identità dell’uomo, le tre uniranno le rispettive forze, passando al contrattacco. Apprezzato per le interpretazioni e smorzato da una grande dose d’ironia, il film è divenuto con il tempo un cult. Tuttavia, come ha confessato Susan Sarandon oltre trent’anni dopo, la verità sarebbe stata un’altra.

La rivelazione dopo oltre 30 anni: “Ero stata scritturata per la parte di Cher

In occasione in un’intervista, infatti, l’interprete Premio Oscar ha affermato di essere stata presa in origine per un altro ruolo, che Cher le avrebbe poi “soffiato”. “Inizialmente ero stata scritturata per la parte di Cher e non ho scoperto il cambio fino a quando non sono arrivata a Los Angeles, perché a quell’epoca vivevo a Roma.” Tra il 1984 e il 1988, infatti, Susan Sarandon ha intessuto una relazione con il regista nostrano Franco Amurri, da cui ha avuto la sua primogenita Eva. “Ho dovuto imparare in fretta e furia a suonare il violoncello. Io, che non avevo mai suonato uno strumento in vita mia. Ma mi avevano detto che mi avrebbero fatto causa se me ne fossi andata.” – ha ammesso infatti l’attrice Premio Oscar, che invece di ricoprire il ruolo della scultrice Alexandra Medford si è ritrovata ad interpretare la timida insegnante di musica Jane Spofford.

L’attrice ha poi proseguito, spiegando il motivo dietro il cambio improvviso di rotta. E quale sarebbe stata dunque la ragione? Susan Sarandon ha rivelato: “Beh, c’era Jon Peters come produttore… Lui e Cher avevano o avevano avuto una relazione. C’è da dire anche questo.” Nessun risentimento nelle parole della star hollywoodiana, che ha ammesso: “Siamo diventate amiche su quel set.

LEGGI ANCHE: “Il Gladiatore 2” è realtà: Ridley Scott al lavoro sull’atteso sequel

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button
Privacy