"
Primo pianoTendenze Moda

Waterdrop x Emilia Wickstead, la nuova capsule collection sostenibile

La designer britannica ha collaborato con il celebre brand austriaco per realizzare tre bottiglie glamour ma anche più sostenibili per ridurre lo spreco di plastica

Emilia Wickstead ha firmato la nuova capsule collection realizzata in collaborazione con Waterdrop. Il soggetto, in questo caso, riguarda un’azione quotidiana che deve essere una nostra abitudine (quale bere), ma non per questo meno glamour. La nuova capsule collection di Emilia Wickstead vede come protagoniste tre bottiglie, disponibili in tre misure differenti e con fantasie floreali colorate, pensate per essere durature ed ecofriendly. L’obiettivo della capsule, infatti, è anche ridurre lo spreco di plastica. La collaborazione con la designer britannica ha permesso a Waterdrop di rendere l’estetica delle sue bottiglie ancora più appetibili.

Waterdrop x Emilia Wickstead: nuove bottiglie glamour e sostenibili

Waterdrop
Courtesy Press Office

Il brand, scegliendo Emilia Wickstead, ha voluto quindi sottolineare ancora una volta il suo obiettivo, quello di spingere le persone a bere più acqua ma senza tralasciare il tocco glamour. Le bottiglie messe a disposizione con la nuova capsule collection sono fashion, hanno una fantasia floreale colorata e rappresentano l’idea della sua designer. Il marchio austriaco, del resto, è sempre alla ricerca di proposte dal forte impatto visivo. E chi, meglio di Emilia Wickstead, per questa avventura?

Waterdrop

Le bottiglie hanno tre misure: si parte dalla più piccola di 400 ml per poi passare alla dimensione media di 600 ml e infine la più grande di 1L. Per quanto riguarda il pattern, Emilia Wickstead ha raccontato: “La nostra ispirazione per la stagione è romantica e ha un touch leggermente surreale e malinconico. Prendo molta ispirazione dai vecchi film e in questa collezione la mia immaginazione è stata catturata da Last Year at Marienbad, un film della Nouvelle Vague francese degli anni ’60 che narra un racconto che potrebbe o non potrebbe essere accaduto. Adoro la stampa rosa audace perché è vibrante ed emozionante. Spero che le donne si sentano entusiaste di indossare e portare questa stampa“.

Waterdrop
Courtesy Press Office

Il mondo della moda, si sa, è tra i più inquinanti in circolazione. Emilia Wickstead ha voluto dare il suo contributo creando con Waterdrop una capsule collection destinata a durare nel tempo. “Ci sforziamo di creare pezzi che si siano eleganti e senza tempo, capi che le donne vorranno indossare anno dopo anno. Una collaborazione con Waterdrop per realizzare bottiglie riutilizzabili e da collezione sembrava un’estensione perfetta del nostro mondo“.

LEGGI ANCHE: La maglieria comoda ed elegante è quella di Ermanno Scervino

Cristina Migliaccio

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.

Back to top button
Privacy