"
Primo pianoRoyal Life

Il principe Carlo onora i sopravvissuti all’Olocausto con l’arte

Il principe ha fatto realizzare dei dipinti dei sopravvissuti che parleranno in un nuovo documentario della BBC

Il principe Carlo ha deciso di ricordare le vittime dell’Olocausto in maniera artistica quest’anno. L’erede al trono, infatti, sta preservando la memoria dei sopravvissuti all’Olocausto attraverso una serie unica di dipinti. Importanti anche le sue parole, concesse nel corso di un documentario che andrà in onda il 27 gennaio sulla BBC.

I dipinti per ricordare le vittime e i sopravvissuti all’Olocausto

Nel mese di marzo del 2020, il principe Carlo, in qualità di patrono del National Holocaust Memorial Day Trust, ha incaricato una serie di artisti di dipingere sette persone che hanno vissuto l’Olocausto. Per non dimenticare questa pagina di storia, inoltre, ha registrato anche un nuovo documentario, Survivors: Portraits of the Holocaust. 

Principe Carlo

Si tratta dell’ultima mossa della Famiglia Reale per ricordare coloro che hanno vissuto l’Olocausto. Già due anni fa, il progetto fotografico di Kate Middleton, che ha ritratto i sopravvissuti con i loro nipoti, ha ricevuto molti elogi. L’erede al trono, che da sempre dipinge ed è appassionato di pittura, ha rilasciato un’intervista per il documentario, che andrà in onda sulla BBC nel Regno Unito il giorno della memoria dell’Olocausto, il 27 gennaio.

Il principe Carlo: “Ci sforziamo di creare un mondo migliore

In un breve estratto dell’intervista alla BBC, il principe Carlo parla del progetto e della memoria dell’Olocausto. “Mentre il numero dei sopravvissuti all’Olocausto, purtroppo, ma inevitabilmente, diminuisce – dichiara l’erede –  la mia speranza costante è che questa speciale collezione agirà come un’ulteriore luce guida per la nostra società. Ricordandoci non solo i giorni più bui della storia, ma anche l’interconnessione dell’umanità mentre ci sforziamo di creare un mondo migliore per i nostri figli, nipoti e generazioni non ancora nate”.

La speranza del futuro sovrano, dunque, è quello di “un mondo in cui la speranza trionfa sulla disperazione e l’amore trionfa sull’odio“. La mostra organizzata mira a no dimenticare coloro che sono riusciti a sopravvivere all’Olocausto.  Tutte le sette le persone coinvolte nel progetto sono sopravvissute ai campi di concentramento: oggi hanno circa 90 anni e vivono in Gran Bretagna. Il documentario della BBC segue la creazione dei dipinti mentre gli artisti e i sopravvissuti si riuniscono per le loro sedute finali, con gli artisti che riflettono sul tempo speso per conoscere i sopravvissuti e sul modo in cui le loro esperienze hanno influenzato i loro dipinti. I ritratti saranno poi esposti alla Queen’s Gallery, a Buckingham Palace e poi all’Holyroodhouse di Edimburgo, in Scozia.

LEGGI ANCHE: Il programma completo dei festeggiamenti per il Giubileo di Platino della regina Elisabetta

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button
Privacy