"
Primo pianoRoyal Life

La regina Elisabetta revoca ogni titolo al figlio Andrea: il comunicato ufficiale

La decisione arriva dopo una richiesta congiunta dei veterani delle forze armate

La regina Elisabetta ha rimosso una serie di onorificenze, titoli militari e patrocini reali detenuti dal principe Andrea. Lo ha affermato nelle ultime ore Buckingham Palace. La mossa della Sovrana include anche il fatto che il principe perda l’uso di “Sua Altezza Reale”. Una scelta che arriva dopo che un giudice della corte di New York ha deciso di proseguire il caso per aggressione sessuale.

Il principe Andrea perde tutti i titoli militari

Buckingham Palace ha dichiarato in una comunicazione ufficiale oggi 13 gennaio che: “Con l’approvazione e l’accordo della Regina, le affiliazioni militari e i patrocini reali del duca di York sono stati restituiti alla Regina. Il Duca di York continuerà a non assumere alcun incarico pubblico e si difenderà in questo caso come privato cittadino“. Una fonte reale ha subito affermato che il principe Andrea non utilizzerà più il titolo e il trattamento di “Sua Altezza Reale” in nessuna veste ufficiale.

La mossa drammatica arriva poche ore dopo che più di 150 veterani militari hanno scritto alla regina Elisabetta per chiederle di spogliare il principe Andrea dei suoi ruoli militari onorari. Finora il Palazzo aveva detto di non avere commenti sulla vicenda, ma la decisione era oramai inevitabile date le pressioni da ogni fronte. La Sovrana, infatti, ha ricevuto una lettera firmata da veterani di ciascuna delle forze armate di cui è a capo. Nella lettera si legge: “Se questo fosse un altro alto ufficiale militare, sarebbe inconcepibile che fosse ancora in carica“.

La lettera dei veterani alla regina Elisabetta

Il Palazzo aveva affermato in precedenza che le nomine militari del principe Andrea non era valide da quando si era dimesso dalle funzioni pubbliche nel 2019. Ma il duca di York aveva comunque mantenuto molti dei suoi titoli onorifici. Tra i suoi titoli militari c’erano: Colonnello in capo del Royal Irish Regiment; Commodoro in capo della Fleet Air Arm; Colonnello in capo del Corpo della Scuola d’Armi; Colonnello reale dei Royal Highland Fusiliers; vice Colonnello in capo dei Royal Lancers (Queen Elizabeths’ Own) e Colonnello reale del Royal Regiment of Scotland; Commodoro onorario dell’aria della RAF Lossiemouth.

Nella lettera indirizzata alla regina Elisabetta i veterani hanno dichiarato: “Gli ufficiali delle forze armate britanniche devono aderire ai più alti standard di probità, onestà e condotta onorevole. Questi sono standard che il principe Andrea non ha rispettato. È difficile non vedere, quando gli alti ufficiali lo descrivano come tossico, come abbia screditato i servizi a cui è associato. Chiediamo quindi che si prendano provvedimenti immediati per spogliare il principe Andrea di tutti i suoi gradi e titoli militari e, se necessario, che venga congedato con disonore“.

Principe Andrea processo

La lettera, pubblicata dai maggiori tabloid inglesi, si conclude con un’esplicita e personale richiesta alla Sovrana: “Comprendiamo che è tuo figlio, ma ti scriviamo in qualità di Capo di Stato e di Comandante in capo dell’Esercito, della Marina e dell’Aviazione. Questi passi avrebbero potuto essere presi in qualsiasi momento negli ultimi 11 anni. Per favore, non tralasciarlo oltre“. La sentenza del giudice Lewis Kaplan, infatti, significa che Andrea sarà coinvolto in lunghi procedimenti legali in cui affronterà le pesantissime accuse di abusi sessuali. Il duca di York ha finora negato con veemenza e non si esclude un accordo con l’accusatrice Virginia Giuffre. Ma la sua reputazione è irrimediabilmente compromessa.

LEGGI ANCHE: La foto del principe George che ha convinto Harry e Meghan ad andare via

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button
Privacy