Chiacchiere di Carnevale: la ricetta per realizzarle

Carnevale alle porte, tenetevi pronti per chiacchiere e castagnole

Ogni regione ha un nome diverso con cui chiama il dolce carnevalizio per eccellenza, parliamo proprio delle Chiacchiere! Nel Lazio vengono chiamate “Frappe”, mentre in Toscana “Cenci”, in Piemonte e in Liguria le chiamano “Bugie”, mentre in Emilia-Romagna per indicare le chiacchiere si dice “Rosoni” o “Sfrappole”, un nome che ricorda le “Sfrappe” delle Marche.

Chiacchiere di carnevale

In ogni caso si aspetta questo periodo dell’anno tra maschere, coriandoli, travestimenti e allegria anche per gustare il dolce tipico del Carnevale, anche solo per il gusto di sporcarsi con lo zucchero a velo!

chiacchiere di carnevale

Ingredienti:

  • 300 gr di farina ’00
  • 40 gr di zucchero
  • 2 uova medie
  • 60 gr di latte
  • 30 gr di burro fuso
  • 2 cucchiai del liquore che preferite ad esempio Rum, Gran Mariner, Grappa (o qualsiasi altro liquore a scelta)
  • buccia grattugiata di 1 limone grande non trattato
  • 1 pizzico di sale
  • 1 lt di olio di semi di girasole per friggere
  • zucchero a velo vanigliato per guarnire

Procedimento:

  1. La prima cosa da fare è setacciare la farina e metterla in una ciotola ed aggiungere lo zucchero e il pizzico di sale in una ciotola, fate un buco al centro riporvi le uova, il burro fuso, la buccia di limone, il liquore e mescolate con la forchetta i liquidi partendo dal centro
  2. Dopo aver incorporato tutti gli ingredienti alla farina, aggiungete il latte e continuate a mescolare fino ad ottenere un impasto che si stacchi dalla ciotola e diventi omogeneo
  3. Avvolgere poi il panetto ottenuto in della pellicola trasparente e fatelo riposare per circa 20/30 minuti
  4. Quando l’impasto avrà riposato, dividetelo in tre pezzi e stendetelo con un matterello o con una macchina per la pasta fresca
  5. Una volta steso il primo panetto ripiegatelo su se stesso e stendetelo nuovamente con il matterello, più volte farete questo procedimento e più le vostre Chiacchiere si riempiranno di bolle!
  6. Stendere quindi per l’ultima volta l’impasto e realizzare le chiacchiere della grandezza che preferite, nel frattempo scaldare l’olio
  7. Quando l’olio sarà arrivato a temperatura, circa 170 gradi, fate la prova per capire se è caldo tuffandoci un pezzetto d’impasto, oppure immergendoci uno stecchino lungo se vedrete le bolle attorno ad esso l’olio è caldo
  8. Ora tuffate le vostre Chiacchiere nell’olio e friggetele fino a quando non saranno dorate, fatele asciugare su della carta assorbente
  9. Servite le vostre Chiacchiere spolverizzandole con dello zucchero a velo!

LEGGI ANCHE: A Roma Termini arriva “Mignon alle Mura”

Food, Eventi & Social Media Management

Romana di origini palestinesi, ha conseguito prima la laurea in Scienze Politiche per poi specializzarsi nella magistrale in Marketing. Fin dal percorso universitario ha maturato esperienze e skills in ambito di project management, digital marketing, comunicazione e social media management. Appassionata di Food e attenta agli eventi collegati, ha riunito le sue passioni aprendo un blog, che oggi conta quasi 14mila seguaci.