"
CinemaPrimo pianoVideo e Social

San Valentino, coppie da Oscar: dai ‘Brangelina’ ai Cruz-Bardem, i nominati nella stessa edizione

Dagli storici Liz Taylor e Richard Burton fino agli ormai "naufragati" Brangelina, tutte le coppie che hanno gareggiato in "squadra" in occasione degli Academy Awards

La 94esima edizione degli Academy Awards si appresta ad entrare negli annali. Oltre alla possibilità, sempre più concreta, che Il potere del cane di Jane Campion vinca la statuetta per Miglior Film, segnando un primato storico per un film di produzione Netflix, altre ragioni rendono gli Oscar 2022 già memorabili. La Campion è difatti la prima regista donna ad aver ricevuto la nomination per la Miglior Regia in due diverse occasioni. Nel 1994 era in lizza grazie all’acclamato Lezioni di piano – con il quale ottenne, inoltre, la Palma d’Oro al Festival di Cannes.

Ma non solo. Per la prima volta nella storia dei Premi Oscar, sono due le coppie ad essere state candidate nelle categorie attoriali nella medesima edizione. Da un lato, ci sono Penélope Cruz e Javier Bardem, in lizza rispettivamente come Miglior Attrice e Attore Protagonista per Madres Paralelas e A proposito dei Ricardo. Dall’altro, invece, Kirsten Dunst e Jesse Plemons, che fanno coppia fissa dal 2017, nominati rispettivamente come Miglior Attrice e Attore Non Protagonista per Il potere del cane. In occasione della giornata di San Valentino, vogliamo dunque ricordare tutte quelle coppie i cui componenti hanno gareggiato insieme nella medesima edizione. Uniti non solo dall’amore ma anche dal talento.

San Valentino, le coppie che hanno gareggiato insieme ai Premi Oscar

Era il 1966 quando nelle sale approdò Chi ha paura di Virginia Woolf?. Basato sull’omonima opera teatrale di Edward Albee, ha segnato inoltre il debutto alla regia di Mike Nichols. Al contempo, ha portato sul grande schermo una delle coppie più iconiche che lo showbiz abbia mai conosciuto: Elizabeth “Liz” Taylor e Richard Burton. La diva dagli occhi viola, dalla vita sentimentale combattuta, e l’interprete britannico si calarono nelle vesti di una coppia di mezza età, intrappolata in una vita sentimentale inappagata e monotona. All’epoca ancora sposati, entrambi, nell’edizione dei Premi Oscar 1967, hanno ottenuto la candidatura come Miglior Attore e Attrice Protagonista, sebbene solo Liz Taylor sia riuscita a portare a casa la statuetta.

Solo dieci anni più tardi, nel 1977, ha fatto il suo debutto sul grande schermo Io e Annie (Annie Hall). Scritto, diretto e interpretato da Woody Allen, ha riconfermato il sodalizio artistico e sentimentale stretto con Diane Keaton, che ricopre il ruolo di Annie Hall. Il film, tra i più esemplificativi della poetica dissacrante dell’autore newyorkese, è stato un successo di pubblico e critica, ottenendo cinque nomination nel corso dei Premi Oscar 1978. Tre di esse andarono ad Allen, che trionfò per la Miglior Regia e Sceneggiatura Originale, e una andò a Diane Keaton, come Miglior Attrice Protagonista, portando a casa la statuetta. Insomma, una coppia vincente che – pur dicendosi addio – è il caso di ricordare nel giorno di San Valentino.

Gli Anni Novanta: Frances McDormand e Joel Coen

Il 1996 ha segnato invece l’arrivo nelle sale di un imperdibile cult, firmato Joel ed Ethan Coen, ovvero Fargo. Il film, che ha ispirato l’omonima serie sul cui set si sono conosciuti proprio Kirsten Dunst e Jesse Plemons, ha come protagonista l’outsider di Hollywood più insignita di sempre: Frances McDormand. Unita in matrimonio, ad oggi, da ormai 38 anni con Joel Coen, ha ricevuto la sua seconda candidatura al Premio Oscar proprio per il capolavoro diretto, scritto e sceneggiato dai fratelli Coen. Nel corso della cerimonia del 1997, l’interprete si è portata a casa la (prima) statuetta come Miglior Attrice Protagonista. Al contempo, il marito ha ottenuto il premio per la Miglior Sceneggiatura Originale, in coppia con il fratello.

Le coppie degli Anni Duemila: Michelle Williams – Heath Ledger e i Brangelina

L’edizione dei Premi Oscar 2006 ha assistito a uno dei lungometraggi che più di tutti hanno creato dibattito: I segreti di Brokeback Mountain. Per la regia di Ang Lee, il film ha segnato uno spartiacque nella rappresentazione di genere sul grande schermo. E, soprattutto, ha riunito una delle coppie hollywoodiane più amate del periodo: il compianto Heath Ledger e l’ex star di Dawson’s Creek Michelle Williams. Nonostante il loro sia stato un amore relativamente breve – per via anche delle spiacevoli circostanze – è il caso di ricordarlo nel giorno di San Valentino. Proprio per il capolavoro di Ang Lee, inoltre, entrambi hanno ottenuto la nomination all’Academy Awards. Rispettivamente come Miglior Attore Protagonista e Miglior Attrice Non Protagonista, nessuno dei due portò la statuetta a casa.

L’edizione dei Premi Oscar 2009 è invece segnata dalla Coppia che più di tutte ci ha fatto sognare nel corso degli Anni Duemila: i Brangelina. Nonostante il loro matrimonio sia tristemente naufragato, Brad Pitt e Angelina Jolie hanno segnato letteralmente un’epoca, a partire dall’action movie Mr. & Mrs. Smith. Nel 2009, inoltre, entrambi hanno ottenuto la nomination come Miglior Attore e Attrice Protagonista, rispettivamente per Changeling e Il curioso caso di Benjamin Button. Un destino affine è spettato, alcuni anni più tardi, all’allora neo-coppia composta dall’irlandese Michael Fassbender e la svedese Alicia Vikander. I due, che hanno ufficializzato la propria relazione sul red carpet dei Premi Oscar 2016, sono stati candidati in quella stessa edizione. Rispettivamente come Miglior Attore Protagonista per Steve Jobs e Miglior Attrice Non Protagonista per The Danish Girl, hanno concluso la serata con la vittoria di quest’ultima.

LEGGI ANCHE: I Cinefanatici – come prepararsi a San Valentino: quali sono i film romantici più cercati?

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button
Privacy