"
CinemaPrimo pianoVideo e Social

“Leonora Addio” di Paolo Taviani vince il Premio Fipresci al 72° Festival di Berlino

Il regista toscano vince il premio della critica alla sua prima prova individuale di regia, dopo la scomparsa del fratello Vittorio

Leonora Addio di Paolo Taviani vince il premio FIPRESCI a Berlino.  La giuria della Fédération Internationale de la Presse Cinématographique per il concorso della 72ma Berlinale, composta da René Marx (Francia), Anna Maria Pasetti (Italia) e Hsin Wang (Taiwan), ha assegnato il premio a Paolo Taviani con la seguente motivazione. «Guidato dallo spirito libero del genio di Pirandello, il regista mescola poesia, malinconia, ma anche ironia, fantasia e letizia per raccontarci i misteri della vita, della morte e della memoria».

Leonora Poster

Si tratta della prima partecipazione per il regista toscano alla kermesse berlinese dopo la vittoria dell’Orso d’oro nel 2012 con Cesare deve morire, diretto in coppia con il compianto fratello Vittorio. Leonora Addio è inoltre il primo film diretto unicamente da Paolo Taviani, ritornato alla regia a cinque anni di distanza da Una questione privata. Il regista ha ritirato il premio ieri sera al cinema Hackescher Hofe, dando forfait alla cerimonia ufficiale al Berlinale Palast. Ad ottenere il prestigioso Orso d’Oro, invece, è il film spagnolo Alcarràs di Carla Simon.

Photo Credits: Umberto Montiroli

Paolo Taviani insignito del Premio Fipresci con Leonora Addio: trama

Unico titolo italiano in competizione alla Berlinale, in occasione della quale ha fatto il suo debutto in anteprima Occhiali Neri – l’atteso ritorno di Dario Argento – trae ispirazione dall’omonima novella di Luigi Pirandello. Leonora Addio racconta infatti la rocambolesca avventura delle ceneri di Pirandello. Il lungometraggio ripercorrerà il movimentato viaggio dell’urna da Roma ad Agrigento, fino alla tribolata sepoltura avvenuta dopo quindici anni dalla morte. E a chiudere il film, l’ultimo racconto di Pirandello scritto venti giorni prima di morire: Il chiodo. La novella è incentrata sulla figura del giovane Bastianeddu. Strappato in Sicilia dalle braccia della madre e costretto a seguire il padre al di là dell’oceano, non riesce a sanare la ferita che lo spinge a un gesto insensato.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da 01distribution (@01distribution)

Leonora Addio vanta nel cast la presenza di Fabrizio FerracaneMatteo PittirutiDania MarinoDora BeckerClaudio Bigagli. La pellicola esce in sala oggi 17 febbraio, distribuita da 01 Distribution. Il film è una produzione Stemal Entertainment con Rai Cinema – prodotto da Donatella Palermo – in associazione con Luce Cinecittà, in associazione con Cinemaundici. È stato inoltre realizzato con il sostegno della Regione Siciliana – Assessorato Turismo Sport e Spettacolo – Sicilia Film Commission con il contributo del MIC – DG Cinema e Audiovisivo. Regia, soggetto e sceneggiatura sono di Paolo Taviani, montaggio di Roberto Perpignani, musiche di Nicola Piovani (edizioni musicali Ala Bianca Publishing), costumi di Lina Nerli Taviani, scenografia di Emita Frigato, fotografia di Paolo Carnera e Simone Zampagni. Il film è stato girato in Sicilia e negli studi di Cinecittà.

Photo Credits: Umberto Montiroli

LEGGI ANCHE: Oscar 2022, premiato anche il film più votato su Twitter con l’hashtag #OscarsFanFavorite

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button
Privacy