"
MondoNewsPrimo piano

Traghetto in fiamme nella notte al largo di Corfù

Tutte in salvo le 288 persone a bordo. Da chiarire le cause del rogo

Sono tutte in salvo le 288 persone, fra passeggeri e membri dell’equipaggio, che erano a bordo del traghetto della Grimaldi Lines andato in fiamme nella notte in mezzo al Mar Ionio, fra ieri e oggi 8 febbraio. I 237 passeggeri e i 51 membri dell’equipaggio erano in viaggio fra il porto greco di Igoumenitsa e Brindisi. Il traghetto è stato evacuato con i mezzi di soccorso di bordo: le persone si trovano ora sull’isola greca di Corfù, ossia nel porto più prossimo. L’incidente è avvenuto infatti al largo della costa settentrionale dell’isola di Corfù, tra Grecia e Albania. A a circa 9 miglia dalla costa, in piena area Sar (area di ricerca e soccorso) greca.

Incendio improvviso e violento

Le cause dell’incendio sul traghetto non sono ancora note. Riunita l’Unità di crisi della compagnia di navigazione italiana. La Guardia costiera greca, competente per i soccorsi, si è subito messa in contatto con il Comando generale delle capitanerie di porto a Roma, per coordinare l’intervento. La Guardia costiera italiana ha messo a disposizione mezzi navali e aerei, che però non sono stati necessari. Sul posto è intervenuta, oltre alle motovedette elleniche, anche un’unità della Guardia di finanza italiana che si trovava in quel tratto di mare.

Traghetto soccorso dal pattugliatore

Sono state le autorità greche a richiedere l’intervento del pattugliatore Monte Sperone della Guardia di Finanza, attorno alle 4 del mattino di oggi 18 febbraio, per la necessità di evacuare le persone che si trovavano a bordo della nave della Grimaldi in fiamme. Il pattugliatore si trovava in quel momento a circa 11 miglia da Corfù e stava assistendo un altro mezzo del Corpo in avaria in navigazione verso Milos. Arrivati sul posto, i finanzieri hanno cominciato a evacuare le persone con due battelli per un totale di 243 tra membri dell’equipaggio e passeggeri. Altre 34 persone sono invece state recuperate da una motovedetta della Guardia Costiera greca.

Fiamme dal garage della nave

L’incendio sul traghetto della Grimaldi Lines, a largo delle coste greche, sarebbe scoppiato in uno dei garage della nave. Lo ipotizza Paul Kyprianou, che cura le relazioni esterne per la compagnia Grimaldi, intervistato da RaiNews24. “È difficile ora capire l’esatta dinamica“, ha affermato il funzionario. Al mattino di oggi 18 febbraio, dopo il salvataggio di passeggeri e personale, sono proseguite le operazioni a bordo del traghetto che i video dei soccorritori hanno mostrato ancora avvolto dalle fiamme.

Traghetto Incendio Guardia Costiera
Foto Twitter @guardiacostiera

LEGGI ANCHE: Contante: il tetto torna a 2mila euro, Governo sotto quattro volte

 

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy