"
CoronavirusPrimo piano

Gran Bretagna: via le restrizioni anti Covid, quarta dose da aprile

Resta l'obbligo di mascherina sui bus, l'annuncio del premier Johnson

La Gran Bretagna farà cessare tutte le restrizioni anti Covid da dopodomani 24 febbraio. Lo ha annunciato il premier Boris Johnson, parlando alla Camera dei Comuni in merito al piano per questa nuova fase dell’epidemia. L’annuncio è arrivato nelle stesse ore in cui si ufficializzava la notizia che la Regina Elisabetta II ha contratto il Covid. Vaccinata con tre dosi, la sovrana, 95 ani, presenterebbe soltanto lievi sintomi di raffreddore e sta continuando “ad adempiere i suoi doveri“, comunica una nota di Buckingham Palace.

Vaccino Covid, da aprile quarta dose

In questo contesto il Governo farà cadere, dal 24 febbraio, anche l’obbligo dell’autoisolamento per i positivi. A esso si sostituisce un generico invito alla “responsabilità individuale” nei confronti di se stessi e degli altri. Il nuovo corso prevede, a partire dal 1 aprile 2022, anche la fine dei test Covid gratuiti: saranno cioè a pagamento tranne che per le categorie più fragili. Scatterà inoltre l’avvio della campagna vaccinale per la quarta dose riservata agli over 75 e ai pazienti vulnerabili.

La Regina Elisabetta II ha contrato il Covid, lievi i sintomi al momento

Johnson: “Orgoglio e prudenza

È un momento di “orgoglio dopo uno dei periodi più difficili della storia del nostro Paese, mentre iniziamo a imparare a convivere con il Covid” ha dichiarato Johnson. “La pandemia non è finita – ha aggiunto – ma grazie all’incredibile campagna di vaccinazione siamo ora più vicini a rimetterci in carreggiata e finalmente a restituire alle persone le loro libertà, continuando a proteggere noi stessi e gli altri“. Il premier inglese ha infine promesso di adottare un “approccio prudente” al Covid e ha assicurato di avere piani d’emergenza in caso di nuove varianti.

Il Covid nel Regno Unito oggi

I nuovi contagi giornalieri di Covid nel Regno Unito sono ai minimi da settembre: 25.696 su oltre 900mila test il 20 febbraio, in discesa del -25% su base settimanale. In Italia, ieri 21 febbraio, si sono registrati 24.408 nuovi casi e 201 morti. In Gran Bretagna le vittime sono tornate invece sotto quota 100, facendo segnare -20% su base settimanale. Prosegue inoltre la contrazione costante della somma attuale dei pazienti Covid ricoverati negli ospedali britannici, con un -15% di calo settimanale. Il numero di persone costrette alla ventilazione assistita nei reparti di terapia intensiva del paese è ridotto a circa 300 in tutto. Già un mese fa il Governo aveva eliminato buona parte delle restrizioni sanitarie, direzione di marcia che va a completarsi in questa settimana. Oggi nel Regno Unito le mascherine sono obbligatorie solo sui mezzi pubblici e in ospedale. Il Green Pass non è più necessario per entrare nei locali.

LEGGI ANCHE: Vaccino Covid, quarta dose al via. “Dall’autunno forse a tutti”

Domenico Coviello

Attualità, Politica ed Esteri

Professionista dal 2002 è Laureato in Scienze Politiche alla “Cesare Alfieri” di Firenze. Come giornalista è “nato” a fine anni ’90 nella redazione web de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, guidata da Marco Pratellesi. A Milano ha lavorato due anni all’incubatore del Grupp Cir - De Benedetti all’epoca della new economy. Poi per dieci anni di nuovo a Firenze a City, la free press cartacea del Gruppo Rizzoli. Un passaggio alla Gazzetta dello Sport a Roma, e al desk del Corriere Fiorentino, il dorso toscano del Corriere della Sera, poi di nuovo sul sito di web news FirenzePost. Ha collaborato a Vanity Fair. Infine la scelta di rimettersi a studiare e aggiornarsi grazie al Master in Digital Journalism del Clas, il Centro Alti Studi della Pontificia Università Lateranense di Roma.

Back to top button
Privacy