"
NewsPrimo pianoRoyal Life

La Russia bandisce Hillary Clinton, mentre la regina Elisabetta non manda le spade a Mosca

Crescono le tensioni diplomatiche a causa della guerra in Ucraina

Secondo le ultime notizie, la regina Elisabetta ha fermato il prestito di alcune spade ad una mostra in Russia. Intanto Hillary Clinton è stata inserita nell’elenco degli americani a cui è proibito fare ingresso nel paese.

La Regina, dunque, avrebbe dovuto contribuire ad una mostra organizzata da Alisher Usmanov, un oligarca russo che è stato sanzionato dal Regno Unito a causa dei suoi legami con il presidente Putin. La Clinton, invece, ha risposto con ironia alla notizia che la vedrebbe “bandita” dal paese.

Il Guardian ha rivelato che la collezione di spade della regina Elisabetta era una delle tante europee che avrebbero dovuto contribuire alla mostra. Ma alla fine non arriveranno. Secondo le notizie riportate, dunque, i Musei del Cremlino avrebbero dovuto inaugurare questo mese una mostra sui duelli antichi. La Royal Collected si era offerta di prestare tre spade della collezione.

Si tratta di armi che risalgono al 17esimo secolo e che avrebbero già dovuto essere in viaggio per l’esposizione dal titolo “The Duel: from Trial by Combat a Noble Crime” a Mosca. Si dice anche che una delle spade fosse appartenuta personalmente al re Carlo I. Buckingham Palace non ha commentato la notizia, ma è probabile che la decisione sia stata presa in base all’evolversi della situazione in Ucraina.

La regina Elisabetta non manda le spade a Mosca. La Clinton commenta la sua posizione in Russia

La decisione sembrerebbe, però, rispondere a problemi logistici più che politici. La Royal Collection ha ritirato il permesso di usare le spade, infatti, già a metà febbraio, quando la Russia stava aumentando le tensioni al confine ucraino prima dell’invasione. A tale proposito la Queen’s Collection ha dichiarato: “A metà febbraio è stata presa la decisione di posticipare il prestito di tre spade dalla Collezione reale ai Musei del Cremlino di Mosca“.

Hillary Clinton libro

Intanto Hillary Clinton ha rilasciato una breve dichiarazione dopo che la Russia ha annunciato nuove sanzioni contro 13 funzionari statunitensi, inclusa lei. L’ex segretario di Stato americano ha scherzosamente commentato la notizia su Twitter. Usando i social, infatti, ha scritto: “Voglio ringraziare l’Accademia russa per questo premio alla carriera“.

Il ministero degli Esteri russo ha dichiarato martedì, infatti, che la Clinton e altre figure politiche di alto profilo, tra cui il presidente Joe Biden e il segretario alla Difesa Lloyd Austin, sono stati sanzionati e banditi dall’ingresso nel paese.

LEGGI ANCHE: Udienza Generale 16 marzo, Papa Francesco prega per i bambini ucraini “sotto le bombe”

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button
Privacy