"
Arte e CulturaPrimo piano

Le dieci città italiane più belle da visitare almeno una volta nella vita

Bellezza artistica e sindrome di Stendhal, è così difficile resistere ai luoghi d'arte

Sebbene sia un piccolo Paese al centro del Mediterraneo, l’Italia ospita il 75% del patrimonio artistico e culturale presente sulla terra. Questa singolare caratteristica rende la nostra penisola uno dei posti più ammirati e visitati al mondo. Ma quali sono però le città italiane più belle da visitare?

Da una ricerca condotta da Lenstore si prendono in esame diversi parametri in ciascuna città. Tra questi il numero di chiese e musei e le guide turistiche, per scoprire quali offrono la più completa esperienza artistica e culturale. Inoltre, lo studio esplora il numero di hashtag su Instagram e di video su TikTok per svelare le località italiane più famose sui social.

Città più belle da visitare

Le città italiane più belle da visitare: Roma, Firenze e Milano sul podio

Per scoprire quali sono le città italiane più belle da visitare, tutti i parametri nella ricerca sono stati combinati attraverso una formula indicizzata. Ciò ha creato un elenco che tenesse in considerazione tutti i dati. Secondo la classifica derivante ottenuta, le dieci città italiane più culturali sono: Roma, Firenze, Milano. Seguono Napoli, Trieste, Venezia, Padova, Palermo, Bologna e Torino. Non è strano che Roma si classifichi prima tra le città più culturali d’Italia. Secondo la ricerca, la capitale offre ben 6.732 guide turistiche tra cui scegliere, 240 musei da esplorare ed il numero più alto di chiese (460) nella penisola. Battuta solo da Milano per il numero di monumenti artistici, la Città Eterna rimane il fulcro dell’arte e della cultura in Italia.

Le-citta-piu-belle-da-visitare

Al secondo posto c’è Firenze

La città del poeta Dante è la dimora perfetta per gli amanti dell’arte. Sebbene non ecceda di luoghi storici (84) e monumenti artistici (71), i musei di Firenze ospitano alcuni tra i capolavori più famosi nel mondo. Inoltre la densità artistica della città toscana è ineguagliabile. Infine, Milano è terza tra le città più culturali secondo l’indice, seconda solo alla capitale per il numero di musei (212).

Le città più belle da visitare: Napoli, Trieste e Firenze hanno la maggiore densità artistica per Km quadrato

Sebbene Roma sia la città con più attrazioni culturali e monumenti artistici di ogni genere, è Napoli la città con la più alta densità culturale e artistica. Secondo i risultati dello studio, il capoluogo campano conta ben 2,25 chiese e 1,06 luoghi storici per Km2. Quando si tratta di densità artistica, Trieste occupa il secondo posto in classifica, offrendo ai visitatori ben 2,88 monumenti artistici e 1,1 luoghi storici per Km quadrato.

Il Castello di Miramare ed il suo museo storico rendono la città friulana meta di turisti da tutto il mondo. Infine, Firenze occupa il terzo posto in classifica, vantandosi del suo immenso patrimonio artistico e culturale concentrato nei suoi 148 musei. Il capoluogo toscano offre ai visitatori 1,49 chiese per Km2, oltre a capolavori unici archiviati nella famosissima Galleria degli Uffizi. Molto probabilmente a causa delle loro dimensioni, Foggia, Ravenna e Perugia sono le città con meno arte per chilometro quadrato.

 Le-citta-piu-belle-da-visitare.

Milano è la città più popolare sui social

Secondo i risultati dello studio, le dieci città più belle da visitare scelte da utenti ed influencer sono: Milano, Roma e Venezia. Milano è nota per la sua vena metropolitana e all’avanguardia tra le principali città in Europa, ed è diventata nel corso degli ultimi anni meta irrinunciabile per chi visita il nord d’Italia. Dalla Madonnina in cima al Duomo, ai locali sempre aperti dei Navigli, Milano non ha nulla da invidiare alle altre grandi città d’Europa come Madrid, Parigi o Berlino.

Con un numero di hashtag pari a 22.400.000 ed il numero più alto di video su TikTok (4 miliardi 300 milioni), il capoluogo lombardo è la città più ‘social’ d’Italia. Roma invece, al secondo posto in classifica, è la città più popolare su Instagram, mostrando ben 28.500.000 hashtag sulla piattaforma social. Infine, non è strano trovare Venezia al terzo posto. Registrando 16 milioni di hashtag su Instagram, ed 813.600.000 post su TikTok, la pittoresca città sommersa dal mare è tra le destinazioni più comuni per i viaggiatori che desiderano trascorrere del tempo in Italia.

e-citta-piu-belle-da-visitare

Padova, Livorno e Ravenna non godono della fama che meriterebbero sul web

Tra le città meno popolari sui social, forse perché meno conosciute dai turisti stranieri, vi sono alcune tra le città più belle e particolari nella penisola italiana. Sebbene Padova occupi il quinto posto tra le città italiane con più densità artistica e culturale per Km2, la città veneta non è particolarmente conosciuta sui social. Infatti, con solo 598 mila hashtag su Instagram e 4.800.000 video su TikTok, Padova non gode della fama che dovrebbe invece esserle riconosciuta. Offrendo ai turisti una serie di attrazioni culturali, tra cui la coloratissima Cappella degli Scrovegni di Giotto e la maestosa Basilica di Sant’Antonio, la città merita più riconoscimento e più post sui social.

Al secondo posto tra i centri abitati meno famosi d’Italia sul web c’ è Livorno. La bellissima città toscana sul mare conta 1 milione di hashtag su Instagram e 32.000.000 video su TikTok. La costiera di Calafuria e la terrazza Mascagni offrono un panorama idilliaco sul mare, che rimane il punto forte di questa città. Infine, la città di Ravenna registra 1 milione di hashtag su Instagram e 57.700.000 video su Tiktok. Non abbastanza, considerando la mole di bellezze artistiche e culturali concentrate nella località emiliana, tra cui le sue molteplici basiliche bizantine e la tomba del poeta medievale Dante Alighieri.

La sindrome di Stendhal

Circondati da tutta questa bellezza, è difficile non perdersi o sentirsi sopraffatti. Esiste infatti un disturbo psicosomatico transitorio conosciuto come sindrome di Stendhal (o sindrome di Firenze), caratterizzato da una sensazione di malessere di fronte a capolavori artistici o architettonici. Si chiama sindrome di Stendhal perché le prime testimonianze ci arrivano proprio dagli scritti del 1817 dello scrittore francese Marie-Henri Beyle (in arte Stendhal) ‘Roma, Napoli e Firenze’, in cui racconta dei suoi viaggi nel territorio italiano e delle emozioni travolgenti provate di fronte ad alcuni dei monumenti ed opere d’arte più belli del mondo. I sintomi variano ma i più comuni sono: senso di vertigini, tachicardia, euforia o depressione e nausea. Sebbene si tratti nella maggior parte dei casi di sintomi passeggeri, è bene tenere queste manifestazioni sotto controllo, e se persistono occorre visitare il proprio medico di base.

Le-citta-piu-belle-da-visitare.

LEGGI ANCHE: FontanaArte lancia Matrix, il nuovo cult dell’arredo

Elena Parmegiani

Moda & Style

Giornalista di moda e costume, organizzatrice di eventi e presentatrice. Consegue la Laurea Magistrale in Comunicazione Istituzionale e d’Impresa all’Università “La Sapienza” di Roma. Muove i primi passi lavorativi con gli eventi per il Ferrari Club Italia, associazione di possessori di vetture Ferrari. Da più di dieci anni è il Direttore Eventi della Coffee House del prestigioso museo Palazzo Colonna a Roma; a cui di recente si è aggiunto quello di Direttore Eventi della Galleria del Cardinale Colonna. Ha organizzato e condotto molte sfilate di moda per i più importanti stilisti italiani. Come consulente è specializzata nella realizzazione sia di eventi aziendali, sia privati. Scrive di moda, bon ton (con una sua rubrica), arte e spettacolo. Esperta conoscitrice dei grandi nomi della moda italiana, delle nuove tendenze del Fashion e del Made in Italy. Cura anche la rubrica di Velvet dedicata al Wedding.

Back to top button
Privacy