"
FoodPrimo piano

Molto… alla Galleria Borghese di Roma

Dal cibo all'estetica. Un ristorante curato nei dettagli

Molto è un progetto a 360° per la ristorazione di alta gamma, ideato dai fratelli Lorenzo e Marco Bassetti all’interno della società ArpFood&Hospitalitysrl. Il primo ristorante, aperto nel 2006 in un suggestivo angolo di Viale Parioli a Roma, è oggi un successo consolidato. Un format esclusivamente italiano che rivisita sapori classici in modo inedito, in un ambiente unico e di respiro internazionale.

Alla Galleria Borghese una nuova iniziativa firmata Molto Italiano che da questo mese è responsabile dei servizi di ristorazione e caffetteria. Dopo l’ampia campagna di lavori che ha interessato gli spazi del museo romano, iniziata a febbraio 2020, il servizio del bar-bistrot è stato affidato al format gastronomico che nella capitale è un apprezzato punto di riferimento. Dalla prima colazione alla merenda, fino all’aperitivo. Molto alla Galleria Borghese sarà operativo dalle 9 alle 19, e la sera nei periodi in cui il museo rimarrà aperto.

Molto il logo

Cosa si mangia da Molto

Il menu ideato per la Galleria è rivolto a una clientela italiana e internazionale. Ogni proposta nasce dalla costante ricerca di nuovi abbinamenti, sempre ispirati da freschezza e stagionalità, per andare a esaltare i sapori di una cucina sana e gustosa. L’alta qualità dei prodotti di Molto Italiano è selezionata in base ai marchi DOP e IGP e la maggior parte delle verdure provengono dall’orto di proprietà. Situato nell’agro laziale, per garantire una filiera etica e sostenibile con prodotti a Km0. Punto chiave dell’offerta gastronomica è la varietà della proposta che cambia ogni mese e comincia dalla colazione che presenta una selezione di lievitati come brioches e muffin fino alla parte di biscotteria da accompagnare a tè, tisane e le voci della caffetteria.

Molto, proposta food

Mentre l’offerta salata è caratterizzata da focacce, maritozzi, cornetti al burro da farcire con salumi, formaggi o verdure. La formula del pranzo viene scandita, invece, da antipasti, primi, secondi e dolci: dalla Tartare di manzo di Fassona, alle Polpette di vitella alla cacciatora con olive e capperi. Poi Fregola in versione veg, Gnocchetti alla Sorrentina, Riso al salto allo zafferano, pomodoro Gerardo di Nola e bottarga di Cabras dei Fratelli Spanu. Ma anche Club Sandwich di roastbeef.

Molto interni

Per quanto riguarda i dolci si può già inaugurare la stagione delle fragole con topping di panna. Solo per citare la proposta legata alla presente stagionalità. A personalizzare la carta anche il vino “della casa”, Molto Rosso Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese, realizzato in collaborazione con l’azienda  Conte Vistarino.

Molto: la location immersa nel verde

In questa location d’eccezione, i visitatori potranno organizzare anche un picnic privato immersi nel meraviglio sottoparco di Villa Borghese; un luogo d’elezione per consumare un pasto nel verde con le BOX take away di Molto, il cui packaging è curato nel dettaglio con materiali ecologici e biodegradabili. Disponibili da maggio. Molto alla Galleria Borghese si presenta come un ambiente particolarmente curato nei dettagli. Realizzato in collaborazione con SchönhuberFranchi, azienda di Bolzano, leader del settore arredo-contract e decorazione della tavola per l’hotellerie e la ristorazione di alto livello.

Molto il ristorante

LEGGI ANCHE: Pasqua 2022, a Torino le proposte golose della pasticceria Gerla 1927

Teresa Comberiati

Spettacolo, Tv & Cronaca Rosa

Calabrese, a vent’anni si trasferisce a Roma dove attualmente vive. Amante della fotografia quanto della scrittura, negli anni ha lavorato nel campo della comunicazione collaborando con diverse testate locali in qualità di fotografa e articolista durante la 71ª e 75ª Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica. Ha già scritto il suo primo romanzo intitolato Il muscolo dell’anima. Colonna portante del blog di VelvetMAG dedicato alla cronaca rosa e alle celebrities www.velvetgossip.it, di cui redige ogni mese la Rassegna Gossip.

Back to top button
Privacy