Sostenibilità in casa: come stare attenti agli sprechi

Dal cambio dell’armadio solidale, all’attenzione agli alimenti

Da alcuni anni a questa parte riciclo, sostenibilità, attenzione agli sprechi di alimenti e non solo sono diventati per noi dei veri e propri mantra di vita. La sostenibilità in casa è una priorità per molti di noi.

Vestiti, cibi e contenitori sono oggetti a cui dobbiamo prestare particolarmente attenzione. Vi proponiamo alcuni consigli al fine di essere il più attenti possibili nei confronti della natura.

Sostenibilità in casa: il cambio dell’armadio solidale e sostenibile

Avanzi di cipolle, scorze, acqua di cottura possono diventare delle tinture naturali per ravvivare magliette e idee per riciclare i tessuti. La sostenibilità in casa passa anche dal cambio dell’armadio che è un ottimo modo per riciclare indumenti rovinati o che non usiamo più. Se gli abiti sono ancora in buone condizioni possiamo riciclarli negli appositi cassonetti. Questa è sicuramente la soluzione più sostenibile e solidale. E’ bene tenere a mente che i vestiti destinati alla raccolta vanno inseriti puliti e in sacchetti chiusi. Se invece abbiamo un particolare capo, scolorito nel tempo, a cui siamo affezionati e non vogliamo privarcene per nessuna ragione possiamo provare a tingerlo con tinte naturali.

Victoria Beckham abiti

Procedimento per tingere un capo in maniera naturale

Ad esempio, l’acqua in ammollo con fagioli neri è perfetta per colorare un tessuto come il cotone. Dopo aver servito i fagioli, infatti, teniamo l’acqua con cui li abbiamo cotti da parte. Andremo poi ad immergere il nostro tessuto da colorare con acqua e aceto (ne occorrono 2 litri di acqua per 250 ml di aceto). Il tutto andrà bollito e lasciato in ammollo almeno un’ora a fuoco spento e coperto. Dopo aver sciacquato il tessuto in acqua andrà rimesso in una pentola dove nel frattempo avremo inserito l’acqua di cottura dei fagioli.

Una volta portato in ebollizione andrà spento il fuoco dopo circa un’ora e lasciato in ammollo tutta la notte. Il capo andrà poi sciacquato e lasciato all’aria. Sono coloranti naturali anche l’acqua di cottura del cavolo rosso, le bucce di cipolla che infondono un colore giallo o aranciato, le scorze di melograno per dare delle tonalità rosate o rossastre. Infine tra le idee che riguardano la sostenibilità in casa c’è quella di utilizzare le vecchie t-shirt e le federe che non utilizziamo più possono diventare con creatività delle simpatiche shopping bag ecologiche per fare la spesa.

Sostenibilità in casa: come sprecare meno frutta e verdura

Da alcune ricerche promosse dalla Commissione Europea è apparso che purtroppo l’Italia è tra i Paesi europei che sprecano più frutta e verdura. Come possiamo ovviare a questo triste primato? Invece di buttare via la frutta più vecchia e matura possiamo utilizzarla per preparare dolci e cuocerla per creare una marmellata. Con le banane nere si può realizzare un gelato naturale da mangiare subito: si possono congelare sbucciate, tagliarle a pezzettini e frullarle con un velo di burro. Le verdure che si stanno rovinando invece possono essere stufate con il brodo a vapore. Il tutto diventa un contorno gustoso per qualsiasi piatto. Se frullate, invece, diventano una crema diversa per condire un primo. Infine sapevate che i chicchi di caffè lasciati aperti su un contenitore sono un ottimo antidoto per eliminare i cattivi odori? Provare per credere.

LEGGI ANCHE: Come fare la proposta di fidanzamento: nessun limite alla fantasia

Moda & Style

Giornalista di moda e costume, organizzatrice di eventi e presentatrice. Consegue la Laurea Magistrale in Comunicazione Istituzionale e d’Impresa all’Università “La Sapienza” di Roma. Muove i primi passi lavorativi con gli eventi per il Ferrari Club Italia, associazione di possessori di vetture Ferrari. Da oltre quindici anni è il Direttore Eventi della Coffee House del prestigioso museo Palazzo Colonna a Roma; a cui di recente si è aggiunto quello di Direttore Eventi della Galleria del Cardinale Colonna. Ha organizzato e condotto molte sfilate di moda per i più importanti stilisti italiani. Come consulente è specializzata nella realizzazione sia di eventi aziendali, sia privati. Scrive di moda, bon ton (con una sua rubrica), arte e spettacolo. Esperta conoscitrice dei grandi nomi della moda italiana, delle nuove tendenze del Fashion e del Made in Italy. Cura anche la rubrica di Velvet dedicata al Wedding.