Design e ArchitetturaPrimo piano

Giornata mondiale del disegno: la creatività è inclusiva

La ricorrenza nata a Londra e diffusasi poi in tutto il mondo

Oggi, martedì 27 aprile 2022, si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del Disegno 2022. La ricorrenza nasce ben sessanta anni fa, nel 1962 a Londra, grazie al Consiglio Internazionale delle Associazioni di Disegno Grafico.

Disegnare è da sempre un mezzo d’elezione per esprimersi, comunicare, esternare la propria creatività. Questa speciale giornata serve proprio a rimarcare l’importanza che i tratteggi, gli schizzi e le rappresentazioni grafiche hanno per l’arte e per il vivere sociale. Non per niente la ricorrenza è anche definita “Giorno del Disegnatore” o “Giorno del Disegnatore Grafico”.

collezione Alessandro Enriquez ispirata alla Giornata Mondiale del Disegno

La Giornata Mondiale del Disegno 2022 è una festa inclusiva

Ciò indipendentemente dal fatto se si sappia disegnare o meno. La speciale ricorrenza della Giornata Mondiale del Disegno, infatti, non vuole celebrare i disegnatori più bravi, ma il disegno come mezzo di espressione più immediata. Per l’uomo infatti è molto facile, fin dalla più tenera età, prendere in mano una matita o un pennarello ed utilizzarli per creare delle rappresentazioni grafiche e immaginifiche. Tutti siamo rimasti incantati fin da piccoli grazie ai fumetti. Questi altro non sono che dei disegni, così come tutti noi rimaniamo affascinati quando passeggiando nel centro di una città e vediamo un disegnatore esprimere la sua arte su strada.

collezione Alessandro Enriquez ispirata alla Giornata Mondiale del Disegno

L’atto di disegnare è un linguaggio antichissimo

Grazie al disegno, il bambino riesce ad esprimere inconsapevolmente ciò che si trova all’interno del suo mondo interiore. Osservando i disegni di un bambino, possiamo comprenderne i lati del carattere, come si sente, come si percepisce all’interno di contesti familiari e scolastici. Non è un caso che spesso gli psicologi, quando si trovano a doversi relazionare con bambini piccoli o con ragazzini che hanno difficoltà ad aprirsi, chiedano loro di disegnare i propri stati d’animo o i ricordi, per ricostruire situazioni e vicende che hanno vissuto e capire, soprattutto, come li hanno vissuti

LEGGI ANCHE: FontanaArte festeggia un secolo di storia alla Design Week 

Elena Parmegiani

Moda & Style

Giornalista di moda e costume, organizzatrice di eventi e presentatrice. Consegue la Laurea Magistrale in Comunicazione Istituzionale e d’Impresa all’Università “La Sapienza” di Roma. Muove i primi passi lavorativi con gli eventi per il Ferrari Club Italia, associazione di possessori di vetture Ferrari. Da più di dieci anni è il Direttore Eventi della Coffee House del prestigioso museo Palazzo Colonna a Roma; a cui di recente si è aggiunto quello di Direttore Eventi della Galleria del Cardinale Colonna. Ha organizzato e condotto molte sfilate di moda per i più importanti stilisti italiani. Come consulente è specializzata nella realizzazione sia di eventi aziendali, sia privati. Scrive di moda, bon ton (con una sua rubrica), arte e spettacolo. Esperta conoscitrice dei grandi nomi della moda italiana, delle nuove tendenze del Fashion e del Made in Italy. Cura anche la rubrica di Velvet dedicata al Wedding.

Back to top button
Privacy