Primo pianoSerie TvTV

Summertime, 5 curiosità sulla terza stagione: c’è anche un’allieva di “Amici 21”

La stagione finale della serie nostrana ha fatto il suo debutto su Netflix ieri 4 maggio: ecco alcune chicche

Entrata fin da subito in trend topic, Summertime è giunta al termine con la terza stagione, distribuita ieri 4 maggio su Netflix. Composto da otto episodi, concluderà le vicende di Summer, Ale, Dario, Edo e Blue, insieme a nuovi personaggi. Ecco dunque alcune curiosità sulla stagione finale.

Ha intrattenuto gli utenti di Netflix a partire dal 29 aprile 2020 e ora, per Summertime, è arrivato il momento di congedarsi. La serie, liberamente ispirata a Tre Metri Sopra il Cielo di Federico Moccia, è infatti arrivata alla fine delle sue vicende, con l’ultima stagione, distribuita il 4 maggio 2022. Prodotto da Cattleya – parte di ITV Studios – e realizzata anche grazie al sostegno della Emilia-Romagna Film Commission, lo show riporta gli utenti nuovamente nella suggestiva cornice della Riviera Romagnola. Una nuova estate, all’insegna della spensieratezza ma anche di sorprese inaspettate, aspetta Summer, Dario, Ale, Sofia e altri nuovi personaggi.

Summertime, 5 chicche sulla stagione finale: ecco cosa aspettarsi dagli ultimi otto episodi

La realizzazione degli otto episodi conclusivi di Summertime ha richiesto 83 giorni di riprese, suddivisi in tre blocchi con altrettanti registi. I lavori hanno avuto luogo in 50 location distribuite in tutta l’Emilia-Romagna e hanno coinvolto oltre duemila persone, di cui 1600 comparse, 3 team e 8 piloti professionisti della FMI (Federazione Motociclista Italiana).

Summertime 3
Courtesy of Press Office

La ricerca dell’attore che potesse ricoprire il ruolo di Luca si è rivelata la più faticosa in assoluto per gli ideatori dello show. Il personaggio, oltre a portare un’energia dirompente all’interno della serie, doveva saper suonare e cantare. La produzione ha perciò assistito a decine di provini, prima dell’arrivo di Cristiano Caccamo. Grazie a un giro di chitarra e un’improvvisazione con Coco Rebecca Edogamhe (Summer), l’interprete è riuscito a conquistare il suo ruolo nella stagione finale di Summertime, divenendo la voce dei Foster Wallace.

Cristiano Caccamo in Summertime 3
Courtesy of Press Office

Non solo Sangiovanni: una cantante dell’ultima edizione di Amici “compare” nella serie

La stagione finale di Summertime è inoltre impreziosita nella colonna sonora anche dall’inedito Scossa di Sangiovanni. La serie segna inoltre il debutto del giovane artista, uscito dalla ventesima edizione di Amici di Maria De Filippi, come attore. Il 19enne vicentino appare infatti in un cameo nei panni di se stesso dopo aver cantato al Sàian, un beach club di Cesenatico che è uno dei centri nevralgici della terza stagione.

Sangiovanni in Summertime 3
Courtesy of Press Office

Come è accaduto anche nelle precedenti stagioni, la musica in Summertime ha un ruolo decisivo. Le hit, che mescolano pezzi intramontabili come Pedro di Raffaella Carrà e Nessuno mi può giudicare di Caterina Caselli, alle novità contemporanee di Blanco, Madame, Achille Lauro, Franco126, Psicologi, Tananai, Bartolini e Ariete, scandiscono il ritmo delle vicende estive dei protagonisti. Tra le hit odierne che impreziosiscono la colonna sonora della terza stagione spunta, inoltre, anche Per farti paura. Si tratta di una canzone pubblicata da Sissi, attualmente tra i concorrenti della ventunesima edizione di Amici. Il singolo ha fatto il suo debutto ben prima che l’artista entrasse nella scuola di Canale 5.

Summertime 3
Courtesy of Press Office

E proprio dal mondo della musica, arriva un altro debutto in Summertime 3. L’ultima stagione della serie Netflix, infatti, segna l’esordio alla recitazione di Arianna Del Ghiaccio, nota a tutti come Ariete. Oltre a contribuire alla colonna sonora dello show con tre brani – 18 anni, L’ultima notte e Solo te – la cantautrice appare in un cameo nel terzo episodio, nel ruolo di se stessa.

Lorenzo Cosimi

Cinema e tv

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Back to top button
Privacy