Eurovision Song Contest 2022: un trionfo la serata finale

Sul gradino più alto del podio l’Ucraina. Il travolgente ritorno dei Maneskin sul palco della manifestazione canora europea

Un gran successo l’edizione italiana dell’Eurovision Song Contest 2022. Trentuno anni dopo l’ultima volta il nostro Paese ha ospitato la manifestazione che ha visto trionfare la Kalush Orchestra arrivata a Torino dalla tormentata Ucraina per cantare Stefania.

Eurovision Song Contest 2022: un trionfo la serata finale
Photo Credits: Luca Brunetti

In un unico grande abbraccio la musica europea ha unito voci, lingue, bandiere. Sentimenti condivisi al PalaOlimpico di Torino ed oltre, per una magnifica passerella di Nazioni che hanno contribuito allo spettacolo di un evento che canta la pace, mentre continua il conflitto russo e ucraino. La manifestazione canora europea – andata in onda ieri 14 maggio 2022 ha visto su RaiUno il gran finale cominciando con i Rockin’1000 che hanno cantato e suonato Give peace a chance. Voci all’unisono per chiedere una cosa semplice, ovvero “date una possibilità alla pace”.

Eurovision
Google

“Regaleremo uno spettacolo completo” disse Gabriele Corsi durante una recente intervista a Tele Sette poco prima che iniziasse la gara musicale. E così è stato, grazie non solo ai conduttori Laura Pausini, Alessandro Cattelan e Mika, ma anche ai “commentatori fuori campo”. Corsi insieme al frizzante Cristiano Malgioglio e Carolina Di Domenico. Amaro in bocca per non aver visto Blanco e Mahmood e la loro Brividi sul podio, arrivati solo al sesto posto in classifica. Ciononostante l’Eurovision ha riscontrato il suo successo, portando nuovamente in auge – oggi più che mai – quanto nessuno vince o perde sul serio. Anche se la gara lo prevede, L’Eurovision Song Contest porta all’inclusione popoli, culture, linguaggi in un unico nucleo solidale e unito, rappresentato dalla forma più poetica che possa esistere: la musica.

Classifica Eurovision 2022
Screenshot video RaiUno

Eurovision Song Contest 2022: i momenti salienti della finale

Cosa potremmo ricordare di questa edizione. L’italianità nei gesti, la canzone Nel blu dipinto di blu cantata a cappella da Laura Pausini, i suoi successi in un medley che ha dato inizio al gran finale. Il ritorno dei Maneskin vincitori della scorsa edizione, e i concorrenti della recente. Blanco e Mahmood. Con Brividi, anche se non hanno raggiunto la rosa dei tre finalisti, il brano che ha vinto la 72esima edizione del Festival di Sanremo dando modo al nostro Paese di organizzare la manifestazione musicale europea. Ricorderemo un altro incredibile ritorno, ovvero quello di Gigliola Cinquetti in scena sul palco dell’Eurovision dopo 58 anni dalla sua partecipazione. E poi la bravura dei conduttori che nonostante la tensione e l’emozione spesso incontrollata hanno portato a termine la messa in onda di questa manifestazione canora.

Gigliola Cinguetti all'Eurovision 2022
Screenshot video RaiUno

A tal proposito non si è presentata sul palco del Contest al momento dell’annuncio della classifica provvisoria dopo il voto delle giurie nazionali Laura Pausini. La cantante e conduttrice ha avuto anche un piccolo malore durante la diretta a tal punto da allontanarsi dai riflettori per riprendersi. Solo dopo svariati minuti ha raggiunto Cattelan e Mika scusandosi per l’assenza: “Scusate, ero troppo emozionata”. I dettagli alla breve parentesi che, accidentalmente è accaduta durante la diretta, sono stati approfonditi sul suo account social. “Volevo tranquillizzarvi e dirvi che sto bene. Durante questa finale ho avuto un calo di pressione e per questo motivo mi sono dovuta fermare una ventina di minuti su consiglio delle dottoresse che mi hanno soccorsa e che ringrazio tanto”.

Laura Pausini all'Eurovision 2022
Photo Credits: Luca Brunetti

Eurovision Song Contest 2022: boom di ascolti

La serata della finale, andata in onda su RaiUno, è stata vista da 6.590.000 spettatori e il 41,9% di share. Un ottimo risultato sottolinea Rainews.it. Un dato che conferma anche un altrettanto interesse da parte del pubblico italiano.

Spettacolo, Tv & Cronaca Rosa

Calabrese, a vent’anni si trasferisce a Roma dove attualmente vive. Amante della fotografia quanto della scrittura, negli anni ha lavorato nel campo della comunicazione collaborando con diverse testate locali in qualità di fotografa e articolista durante la 71ª e 75ª Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica. Ha già scritto il suo primo romanzo intitolato Il muscolo dell’anima. Colonna portante del blog di VelvetMAG dedicato alla cronaca rosa e alle celebrities www.velvetgossip.it, di cui redige ogni mese la Rassegna Gossip.