Cannes 2022: il discorso di apertura del presidente Volodymyr Zelensky

Il presidente ucraino si è rivolto alla folla di attori e registi presenti alla serata di apertura lanciando un emozionante appello

Volodymyr Zelenskyy a sorpresa appare in video alla cerimonia di apertura del Festival di Cannes 2022, che si è aperto ieri 17 maggio e proseguirà fino al 28 maggio. Nel suo discorso ha fatto riferimento anche a una celebre frase di Charlie Chaplin sul fascismo per esortare alcune delle star e dei registi più importanti del mondo a essere all’altezza della situazione di fronte a una guerra “che può incendiare l’intero continente“.

Cannes 2022: il discorso di apertura del presidente Volodymyr Zelensky

Il Festival di Cannes 2022 torna alla normalità dopo due anni dall’inizio della pandemia. A dare il via a questa edizione le parole del presidente ucraino Zelenskyy. Le sue osservazioni sono arrivate poco prima della proiezione della pellicola intitolata “Final Cut“, una stravagante commedia sugli zombie che sembra molto lontana dalla brutalità mostrata dalla guerra tra Russia e Ucraina. Il grido del presidente è servito a ricordare le turbolenze politiche che stanno ancora sconvolgendo il mondo.

Cannes 2022 - VelvetMag

Ha sostenuto che i film hanno sempre avuto un ruolo cruciale nell’unire le persone contro l’autoritarismo e la crudeltà, ricordando alla platea il potere de Il grande dittatore il film di Charlie Chaplin che debuttò prima ancora che l’America entrasse nella Seconda Guerra Mondiale.

Il discorso di Zelensky a Cannes 2022: “L’odio degli uomini scompare insieme ai dittatori

Sono sicuro che il dittatore perderà“, ha detto Zelensky, con un ovvio riferimento a Vladimir Putin. “Vinceremo in questa guerra“, ha aggiunto. “Gloria all’Ucraina“. Nelle sue osservazioni, il presidente ucraino ha parlato della responsabilità del cinema nel promuovere i valori della democrazia e della libertà. “Oggi centinaia di persone stanno morendo“, ha detto Zelensky. “Il cinema resterà in silenzio o ne resterà fuori?“.

Cannes 2022 - VelvetMag

Il mondo ha bisogno di un nuovo Chaplin che ci dimostri che il cinema non è silenzioso“, ha detto Zelensky. “Abbiamo bisogno che il cinema dimostri che ogni volta il finale sarà dalla parte della libertà“.

Le pellicole ispirate al conflitto Russia-Ucraina che verranno presentati al Festival

Dopo il discorso del presidente ucraino Volodymyr Zelensky a Cannes 2022 si parlerà ancora del conflitto Russia-Ucraina. Saranno, infatti, presentati diversi film come The Natural History of Destruction, l’ultimo documentario del regista ucraino Sergei Loznitsa, ispirati al conflitto. Cannes proietterà anche l’ultimo film del regista lituano Mantas Kvedaravičius, un documentario ambientato in Ucraina che il regista stava girando nella città di Mariupol quando è stato ucciso all’inizio di aprile.

Cannes 2022 - VelvetMag
Volodymyr Zelensky

Zelenskyy, è salito alla ribalta come attore nella serie televisiva ucraina dal titolo Servo del Popolo – potete trovarla su Netflix – interpretando il ruolo di un presidente ucraino, Vasily Petrovych Goloborodko. La partecipazione al Festival di Cannes 2022 non è un caso isolato. Il presidente è già apparso sugli schermi dei Grammy Awards di aprile e recentemente si è esposto dopo la vittoria dell’Ucraina all’Eurovision 2022.

  • Cinema e tv La Capitale è, ormai, la sua casa. Si è laureata all'Università La Sapienza in Comunicazione, Tecnologie e Culture digitali e sempre a Roma frequenta la magistrale in Media, Comunicazione digitale e Giornalismo. Scrive di cinema e di serie tv dal 2016: i suoi film preferiti sono Colazione da Tiffany e qualsiasi cosa riguardi il mondo MCU. La sua serie preferita? Una per ogni fase della vita, da Glee a Better Call Saul. Si dedica sia su VelvetMAG che su VelvetGossip a tutti gli aspetti della Settima Arte e della serialità televisiva, sia nostrani che internazionali.
  • Segui Lidia su Instagram
  • Segui Lidia su Facebook