Enrico Nigiotti, quando il blues ha tracciato la sua vena artistica

Canzoni e hit che celebrano il cantautore livornese, nato sotto il segno del talent

Enrico Nigiotti ha calcato i palchi dei talent show riscuotendo un notevole successo. Dal palco di Amici alle luci di X Factor, Nigiotti – insieme alla sua immancabile chitarra, compagna di musica dall’età di 13 anni – ha mostrato talento da vendere. Una voce che richiama all’attenzione il timbro graffiato e riporta alla profondità dei suoi testi. I suoi brani, anche quelli diventati hit, raccontano sempre spezzoni della sua vita, in musica.

Enrico Nigiotti, quando il blues ha tracciato la sua vena artistica
Credits: Ansa

Enrico Nigiotti, nato a Livorno l’11 giugno del 1987, compie il suo 35esimo compleanno insieme alla sua sempre fedele chitarra, compagna di nottate trascorre a comporre musica sognando traguardi importanti. Oltre alla partecipazione della nona edizione di Amici, il cantante vanta un terzo posto a X Factor e due Festival di Sanremo. Sul palco che scruta il ben rinomato fattore “X” fra i concorrenti, Nigiotti spopola e incalza nelle hit musicali con L’amore è. Non arriva sul podio, ma riceve un notevole riconoscimento dalla critica e dal pubblico con i due brani cantanti sul palco del Teatro Ariston: Nonno Hollywood (2019) e Baciami adesso (2020).

Enrico Nigiotti
Credits: Ansa

Il blues che ha sempre ascoltato

Nonostante sia figlio di un medico ed una cardiologa, la medicina non è stata la sua strada professionale ma, come ben sappiamo, è la musica la carriera che ha scelto. Sarà stata l’influenza positiva del blues, primo genere ascoltato da Enrico Nigiotti grazie alla passione del padre. A 6 anni inizia a suonare il pianoforte, ma è a 13 che incontra le sei corde e se ne innamora. Ne esplora il suono e le fa sue. Da allora, Enrico non riesce a separarsene a tal punto che da renderla compagna perfetta per le sue esibizioni e nei suoi momenti di alta creatività. I suoi dischi Qualcosa da decidere (2015), Cenerentola (2018) e Nigio (2020), consacrano passo dopo passo la sua carriera, ma la canzone che ha più emozionato e continua a dare bellissime sensazioni è Nonno Hollywood.

Enrico Nigiotti
Google

Nigiotti, tracce di realtà in versi

La dedica al nonno è piena di intense riflessioni, come il verso che apre la melodia: “Certe cose fanno male, mica le puoi trattenere”. Aveva proprio ragione Nigiotti con queste prime parole intonate che rispecchiano una realtà comune e che hanno fin da subito emozionato l’Ariston creando un’atmosfera romantica e nostalgica.

Enrico Nigiotti
Italian singer Enrico Nigiotti performs on stage at the Ariston theatre during the 70th Sanremo Italian Song Festival, Sanremo, Italy, 07 February 2020. The festival runs from 04 to 08 February. ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

Nei dischi di Enrico Nigiotti c’è vena artistica e presenza umana forte. Esattamente come in Nonno Hollywood, un pezzo autentico e scritto – come ha sempre dichiarato – col cuore. Tra i suoi brani che consacrano l’esordio e i recenti, i versi della canzone sopracitata sono i più rappresentativi e simbolici del cantautore. Buon compleanno Enrico, dalla redazione di VelvetMAG!

Spettacolo, Tv & Cronaca Rosa

Calabrese, a vent’anni si trasferisce a Roma dove attualmente vive. Amante della fotografia quanto della scrittura, negli anni ha lavorato nel campo della comunicazione collaborando con diverse testate locali in qualità di fotografa e articolista durante la 71ª e 75ª Mostra Internazionale D’Arte Cinematografica. Ha già scritto il suo primo romanzo intitolato Il muscolo dell’anima. Colonna portante del blog di VelvetMAG dedicato alla cronaca rosa e alle celebrities www.velvetgossip.it, di cui redige ogni mese la Rassegna Gossip.