“Finché social non ci separi”, Katia Follesa e Angelo Pisani in scena con la formula salva-coppie

Lo spettacolo in scena venerdì 21 gennaio al “Tuscany Hall” di Firenze recuperando la data annullata per la pandemia

Finché social non ci separi” è lo spettacolo con Katia Follesa ed Angelo Pisani, in scena venerdì 21 gennaio alle 21 al Tuscany Hall di Firenze. I biglietti sono disponibili online su Ticketone e nei punti Box Office Toscana. Con la recita in programma si recupera lo spettacolo previsto in origine per il 7 marzo 2020 e più volte riprogrammato a causa dell’emergenza da Covid-19. Restano validi i biglietti acquistati per tutte le date. In collaborazione con Luciano Federico e con regia di Angelo Raffaele Pisani e Katia Follesa, lo spettacolo è un’esilarante formula salva-coppie.

“Finché social non ci separi”, Katia Follesa e Angelo Pisani in scena con la formula salva-coppie

Lo spettacolo di Katia Follesa e Angelo Pisani celebra la verità nella coppia

Umorismo e comicità sono due parole che non possono mancare se si parla di uno spettacolo di Katia Follesa ed Angelo Pisani. Ma “Finché social non ci separi” è anche un modo per riflettere sull’importanza della verità e dell’onesta nel rapporto di coppia. Molte coppie, infatti, convivono non dicendosi le cose e il risultato e che “la coppia scoppia“. La Follesa e Pisani, coppia sul palco ma soprattutto nella vita, hanno scelto, invece, di dirsi tutto, anche le cose meno belle, e per farlo si sono affidati all’ironia che smorza i toni senza sminuire il contenuto.

Così lo spettacolo parte da una lista dei difetti. Katia scrive quelli di Angelo e lui fa altrettanto con quelli di lei. Il pubblico viene subito reso partecipe del contenuto della lista. Non solo, dunque, assisterà per tutto lo spettacolo allo scambio di difetti tra i due, ma sarà anche chiamato a dire la propria.

I social e il pubblico decideranno le sorti della coppia

Le sorti di Katia Follesa ed Angelo Pisani, dunque, saranno anche un po’ affidate al pubblico. Rotta la “quarta parete”, infatti, tutti potranno dire la loro. E parteciperanno attraverso il meccanismo dei bigliettini anonimi e dei social. In che modo? Durante lo spettacolo qualcuno si aggirerà in mezzo al pubblico e i telefoni rimarranno accesi (con uno strappo alla regola del teatro).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Katia Follesa (@katioska76)

Il percorso comico condurrà gli spettatori a riflettere sulle tappe nella convivenza tra l’uomo e la donna. Il fine è quello di sottolineare che la bellezza sta appunto nella diversità dei due emisferi a confronto. Da una parte il mondo maschile dove calcio e birra la fanno da padroni, dall’altra quello femminile con le sue infinite e incomprensibili – almeno per lui – sfumature.

LEGGI ANCHE: Muhammad Ali: Kinshasa 1974, il volume da collezione dedicato alla leggenda del pugilato

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.