"
LibriPrimo pianoTV

Kate Middleton racconta la favola della buonanotte ai bambini: il libro scelto

Per l'occasione la duchessa di Cambridge ha scelto un racconto di Jill Tomlinson

Kate Middleton è pronta a lanciarsi in una nuova avventura televisiva. La moglie del principe William, infatti, dedicherà un nuovo progetto all’infanzia e ai bambini. La Duchessa di Cambridge, dunque, sarà il primo membro della Famiglia Reale a prendere parte alla CBeebies Bedtime Story. Per l’occasione leggerà una favola della buonanotte, scegliendo tra quelle che piacciono di più ai suoi figli.

Il nuovo progetto di Kate Middleton rivolto ai bambini

La duchessa di Cambridge ha fatto dell’infanzia e dell’educazione i temi a lei più cari. Sono molti i progetti e le associazioni che segue in tale ambito. Ed è anche il motivo che la spingerà a compiere un viaggio da sola in Danimarca alla fine del mese.

Kate Middleton torna Wimbledon

Intanto, però, Kate Middleton sarà protagonista di CBeebies Bedtime Story, in cui leggerà una favola della buonanotte. Con indosso un look casual, composta da un comodo maglione a collo alto e un paio di jeans, la Middleton appare rilassata e seduta a gambe incrociate nelle immagini in anteprima. Per l’occasione la duchessa leggerà una versione ridotta di The Owl Who Was Afraid of the Dark.

Il gufo che aveva paura del buio: un libro per bambini di ogni età

Kate Middleton ha scelto di leggere una versione ridotta del racconto, che in italiano è stato pubblicato con il titolo Il gufo che aveva paura del buio. Il popolare libro per bambini parla di un gufo che ha paura del buio e la sua lettura sarà trasmessa in occasione della Settimana della salute mentale dei bambini. Fonti vicine alla duchessa di Cambrigde hanno rivelato che si è innamorata del libro in età adulta e che è uno dei racconti preferiti dai suoi tre figli: George, Charlotte e Louis.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da CBeebies Grown-Ups (@cbeebieshq)

Scritto da Jill Tomlinson, è un racconto che insegna ad amare se stessi, accettando le proprie unicità e la propria natura. La prefazione stessa fa intuire l’intento del racconto: “Ciao, sono Tombolo! Un gufetto grosso e soffice. Ho un collare a forma di cuore. Occhi enormi e tondi. Sono uguale a tutti gli altri piccoli gufi, tranne che per un particolare. Ho paura del buio“. Alla fine Tombolo, grazie all’aiuto dei suoi pazienti genitori e di alcuni amici di cui fa la conoscenza nel corso del racconto, supera le proprie paure ed impara ad amare anche il buio tanto temuto.

LEGGI ANCHE: Il principe William approva che Camilla diventi regina al fianco del principe Carlo

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button
Privacy