Abdullah II di Giordania: visita ufficiale in Norvegia, ma senza la regina Rania, per parlare di Ucraina

Il sovrano ha avuto un incontro amichevole anche con la famiglia norvegese

Il re Abdullah II di Giordania ha intrapreso una visita ufficiale di due giorni in Norvegia. Il sovrano ha avuto un’agenda ricchissima di impegni, tra i quali un incontro con il re e la regina norvegesi.

Al suo fianco, però, non era presente l’amatissima regina Rania. Durante i colloqui con il governo norvegese, il sovrano ha affrontato anche l’attuale situazione bellica in Ucraina.

Il monarca giordano è arrivato in Norvegia il 13 marzo 2022 e ha partecipato sia a un’esercitazione militare che a incontri con il Primo Ministro norvegese. Il secondo giorno della visita, il 14 marzo 2022, ha avuto inizio, invece, con una seduta del Parlamento norvegese. A pranzo, invece, il re Abdullah II di Giordania ha avuto un’udienza privata ed un pranzo con la famiglia reale norvegese.

Abdullah II di Giordania in Norvegia per parlare anche di Ucraina

Il re Harald e la regina Sonja di Norvegia, dunque, hanno ricevuto il re Abdullah II di Giordania in udienza al palazzo. Durante il loro incontro era presente anche il principe ereditario Haakon. Dopo l’udienza, i sovrani norvegesi hanno invitato il loro ospite per il pranzo, momento nel quale si è unita anche la principessa ereditaria. Non è chiaro, tuttavia, per quale motivo il sovrano abbia intrapreso la visita diplomatica senza la moglie, Rania di Giordania.

Il re Harald e la regina Sonja di Norvegia si erano recati insieme in visita di Stato in Giordania nel marzo del 2020, alla vigilia della pandemia. In quell’occasione si è svolta la prima in Medio Oriente e ha marcato i 50 anni di relazioni diplomatiche tra i due paesi. Nel 2000, inoltre, il re Abdullah II e la regina Rania avevano compiuto una visita di Stato a Oslo. Anche la coppia formata dal principe ereditario e la principessa ereditaria di Norvegia si sono recati in Giordania in visita ufficiale nel 2014. Il dialogo tra i due paesi, dunque, prosegue sulla scia diplomatica.

Norvegia e Giordania lavorano a stretto contatto in molte aree. Per questo motivo l’invasione russa e la guerra in Ucraina sono state tematiche presenti durante i colloqui politici che il re Abdullah ha avuto con i politici norvegesi durante la sua breve visita. Alla stampa norvegese, il sovrano ha dichiarato anche: “La Giordania è un partner importante per la Norvegia a livello multilaterale. L’ospitalità della Giordania ai siriani e ad altri rifugiati è un importante contributo alla stabilità regionale. La Giordania gioca un ruolo importante nel lavoro per raggiungere una soluzione negoziata a due stati tra Israele e Palestina.

LEGGI ANCHE: Vittorio Emanuele II, il primo re d’Italia tra storia e credenze popolari