Buon compleanno Bianca Balti, 38 anni per la top model italiana

Sguardo di ghiaccio e fisico da urlo per la bellissima modella nostrana

E’ tra le supermodelle più conosciute al mondo, contesa dalle più grandi maison del lusso mondiale. Compie oggi, 19 marzo, 38 anni, la splendida Bianca Balti. Diva nostrana, nata a Lodi, decide poi di trasferirsi a Milano per intraprendere la carriera di modella.

top model Bianca Balti

Nel frattempo studia all’università design della comunicazione, al Politecnico di Milano. Nei primi anni, inoltre, si è sostenuta persino facendo la promoter di cosmetici nei supermercati.

La top model Bianca Balti

Bianca Balti, una carriera sfolgorante nella moda

La Balti inizia a divenire famosa nel 2005 grazie a Dolce&Gabbana, che le fa firmare un contratto in esclusiva per la sua pubblicità. Da lì in poi è contesa dai più grandi brand di moda mondiali. Il suo volto appare sulle copertine delle riviste più ambite, come quelle di Vogue GiapponeHarper’s Bazaar e molte altre. Il marchio Victoria’s Secret la vuole come modella per il suo show, diventando l’unica italiana a parteciparvi nel 2005. Diviene tra le top più pagate al mondo e lancia persino la sua linea di moda premaman, Bianca Balti Maternity. Recentemente è stata scelta per diverse stagioni anche da Alessandro Angelozzi Couture come sua testimonial di abiti da sposa.

Bianca Balti testimonial di Alessandro Angelozzi Couture

Gli amori di Bianca Balti

Bianca Balti nel 2006 sposa il fotografo Christian Lucidi, dal quale ha la sua prima figlia, Matilde, l’anno successivo. Nel 2010 la coppia divorzia e nel 2017 la modella sposa Matthew McRae, per l’occasione Bianca sfoggia un abito di Dolce&Gabbana. Tra i due però la storia finisce dopo soli cinque mesi, seppur dopo aver messo al mondo un’altra figlia, Mia. In seguito si lega a Sal Lahoud, di professione manager nel campo della finanza, per poi concludere anche questa storia. Attualmente è single e vive a Los Angeles, insieme alla seconda figlia Mia. Matilde, invece, vive insieme al padre a Parigi. La Balti a Elle ha raccontato: “Ero una bambina e ho avuto una bambina. Da allora abbiamo condiviso le avventure delle vita: la maternità è il regalo più bello. Matilde sta a Parigi con il papà. Parla italiano con lui e inglese con me: le sembra cool. Vivere in Francia è stata una sua decisione: lei è in gamba, sa quello che vuole, e io l’ho lasciata libera“.

Quel desiderio di maternità che l’ha spinta a congelare i suoi ovuli

La top model non ha mai nascosto il suo desiderio di diventare nuovamente mamma, ma a quanto pare non c’era nessuna relazione che fosse all’altezza di un programma così ambizioso. La Balti è quindi ricorsa al congelamento degli ovuli per poter avere anche in futuro la possibilità di procreare. “L’ho fatto lo scorso anno, alla fine di una relazione fatta di dinamiche tossiche”- ha confessato Bianca Balti su Instagram proprio alcuni giorni fa – “Ho deciso di non limitare la mia possibilità di diventare ancora madre alla presenza di quell’uomo e in generale di una relazione”. L’uomo in questione è Sal Lahoud di cui racconta: “Sapevo che sarebbe voluto diventare padre, prima o poi, e il mio desiderio di avere altri figli non era certo un mistero”. Eppure lui non ha fatto altro che usare questo argomento come un ricatto: “Non mi ha mai posto il quesito. Ha dato sempre per scontato che avrei voluto portare in grembo il suo bambino. Per tre anni, alternava frasi come: “Sei la madre migliore che abbia mai conosciuto”, a: “Se ti comporti così, un figlio con te non lo faccio. Procreare era una scelta sua di cui io ero un mero accessorio”.

Ed ancora: “Si spendeva molto nell’argomentare il perché io avessi bisogno di lui, ma non lui di me. Si accertava che lo capissi e che non me lo dimenticassi. Me ne parlava in modo calmo, razionale e logico. E io, ovviamente, gli credevo. Piangevo, sbattevo la testa al muro, mi disperavo“.

Bianca Balti testimonial di Alessandro Angelozzi Couture

Bianca Balti è uscita da questa assurda spirale di dolore con la terapia

“Per me è stata un’esperienza traumatica, perché ho incontrato il medico solo il giorno dell’intervento. E poi l’ho fatto in un momento difficile della mia vita, perché non avevo il supporto di un fidanzato, era un momento di dolore per la separazione. La maternità secondo me è la celebrazione della propria femminilità. Quando si è giovani magari si ha voglia di fare tante cose, poi a un certo punto può essere troppo tardi per diventare madri. Con questa tecnica non si corre il pericolo di arrivare troppo tardi. Se potrò ancora permettermelo economicamente e se loro lo vorranno, regalerò alle mie figlie la possibilità farvi ricorso quando saranno grandi”. 

LEGGI ANCHE: Buon compleanno Franca Leosini, star del noire italiano

Moda & Style

Giornalista di moda e costume, organizzatrice di eventi e presentatrice. Consegue la Laurea Magistrale in Comunicazione Istituzionale e d’Impresa all’Università “La Sapienza” di Roma. Muove i primi passi lavorativi con gli eventi per il Ferrari Club Italia, associazione di possessori di vetture Ferrari. Da più di dieci anni è il Direttore Eventi della Coffee House del prestigioso museo Palazzo Colonna a Roma; a cui di recente si è aggiunto quello di Direttore Eventi della Galleria del Cardinale Colonna. Ha organizzato e condotto molte sfilate di moda per i più importanti stilisti italiani. Come consulente è specializzata nella realizzazione sia di eventi aziendali, sia privati. Scrive di moda, bon ton (con una sua rubrica), arte e spettacolo. Esperta conoscitrice dei grandi nomi della moda italiana, delle nuove tendenze del Fashion e del Made in Italy. Cura anche la rubrica di Velvet dedicata al Wedding.