"
CinemaPrimo piano

Venezia78, il poster ufficiale de “La Scelta di Anne – L’Événement”, vincitore del Leone d’Oro

Dopo aver conquistato la giuria della 78a Mostra del Cinema di Venezia, il film uscirà il prossimo 4 novembre in sala

Lo scorso 11 settembre, La Scelta di Anne (L’Événement) ha sbaragliato la concorrenza ottenendo il Leone d’Oro. Il film, secondo lungometraggio diretto da Audrey Diwan, si è imposto durante la 78a Mostra del Cinema di Venezia, battendo titoli super favoriti del calibro di È stata la mano di Dio (Paolo Sorrentino) e Madres Paralelas (Pedro Almodovar). Di recente, Europictures ha rilasciato, a distanza di quasi un mese dalla vittoria, il poster italiano del film. L’Italia sarà il primo paese a portare il film nelle sale, dal prossimo giovedì 4 novembre.

Venezia78, La Scelta di Anne affronta il delicato tema dell’aborto clandestino nel 1963

Il film diretto da Audrey Diwan è interpretato  da Anamaria Vartolomei e Pio Marmai. Oltre al Leone D’oro si è aggiudicato altri premi collaterali, tra cui Il FIPRESCI AWARD (assegnato dalla stampa estera) e il Premio Arca CinemaGiovani 2021. Il progetto è basato sul romanzo autobiografico L’evento di Annie Ernaux, pubblicato nel 2000. Dopo Il Segreto di Vera Drake, anche l’opera di Diwan ha portato sul grande schermo della kermesse nostrana il delicato tema dell’aborto clandestino. Ambientato nella Francia del 1963, La Scelta di Anne – L’Événement racconta il viaggio della battaglia fisica ed emotiva di Anne, una giovane donna che decide di abortire per completare i suoi studi e sfuggire al destino sociale della sua famiglia proletaria, in un mondo che condanna il desiderio delle donne, e il sesso in generale. La sua sarà, tuttavia, una lotta contro il tempo.

La Scelta di Anne Venezia78

In merito al progetto, Lucy De Crescenzo, CEO di Europictures, ha dichiarato: “Sono molto felice di questo importante riconoscimento ed orgogliosa come donna di distribuire questo film così potente, che difende un diritto importante per le donne che fino a poche decine di anni fa era negato anche nel nostro paese. Sembra incredibile ma ancora in 16 paesi l’aborto è considerato un crimine e quello che sta succedendo in Texas ci fa capire come la battaglia è ancora lunga. Grazie alla regista per aver realizzato un film così necessario.” In effetti, il film ha ricevuto il plauso generale già dalla sua proiezione al Lido. A tal proposito, Bong Joon-ho, presidente della giuria di Venezia78, ha parlato a nome dei colleghi, affermando: “Abbiamo veramente amato questo film ed è stata una decisione unanime.” Insomma, non ci resta che aspettare il prossimo 4 novembre.

LEGGI ANCHE: Quando Matt Damon rifiutò quel “piccolo film” di ‘Avatar’: un errore da milioni di dollari

Lorenzo Cosimi

Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva e alla gestione dei social del nostro magazine.
Back to top button
Privacy