Ucraina, i reali di Belgio e Spagna annullano i viaggi e si dedicano all’emergenza

L’invasione russa dell’Ucraina sta costringendo molte famiglie reali a cambiare i piani in agenda

La situazione che si è creata in Ucraina a causa dell’invasione russa sta coinvolgendo in modi diversi quasi tutte le famiglie reali europee. Il re Filippo e la regina Matilde del Belgio, infatti, hanno posticipato il loro viaggio in Congo a data da destinarsi. Il re Felipe di Spagna, invece, si è recato a Barcellona per partecipare al GSMA, il Mobile World Congress Barcelona 2022. Lì ha speso delle parole sulla guerra in corso.

I reali del Belgio annullano la loro partenza per il Congo. Il Palazzo Reale del Belgio ne ha dato l’annuncio nella tarda giornata di ieri. Il re Filippo e la regina Matilde avrebbero dovuto visitare l’ex colonia belga dal 6 marzo al 10 marzo, come era stato annunciato all’inizio del mese scorso. Ma nella giornata di lunedì, il Palazzo ha dichiarato: “A causa dell’invasione dell’Ucraina e della crisi che sta generando, è stato deciso, in stretta consultazione con SE Félix Antoine Tshisekedi Tshilombo, Presidente della Repubblica Democratica del Congo (RDC), di rinviare la visita di Loro Maestà il Re e la Regina programmata nella Repubblica Democratica del Congo dal 6 al 10 marzo a una data successiva“.

Il Belgio prova a rimediare al suo passato coloniale

Nel 2020, il re Filippo aveva espresso a nome dello stato belga “profondo rammarico” per gli atti di “violenza e crudeltà” commessi durante il periodo della colonizzazione. Questa sarebbe stata la prima visita reale belga in Congo dal viaggio del re Alberto II, padre del re Filippo, nel 2010, per il cinquantesimo anniversario dell’indipendenza dell’ex colonia.

Di recente, la principessa Esmeralda del Belgio ha chiesto ancora una volta alla nazione di scusarsi per il passato coloniale in Congo. In un’intervista all’Afp, la principessa ha dichiarato che il Belgio dovrebbe scusarsi per le atrocità commesse in quel periodo. A tale proposito ha dichiarato: “Le scuse sono importanti per riavviare una relazione equilibrata“. Il Belgio ha colonizzato il Congo dalla metà del 1800 sotto il dominio di re Leopoldo II. Solo nel 1960 il Congo ottenne la propria indipendenza.

Il re Filippo di Spagna torna a lavoro dopo il Coronavirus

Dopo essere guarito dal Covid-19, il re Felipe di Spagna ha concluso la sua prima settimana di lavoro. Il sovrano spagnolo ha preso parte al GSMA Mobile World Congress Barcelona 2022. Si è trattenuto a Barcellona domenica e lunedì. Nella prima giornata si è svolta la cena di benvenuto del Congresso. Giunto al Museo Nazionale d’Arte della Catalogna domenica 27 febbraio, il re ha incontrato il Primo Ministro e dal Ministro dell’Economia e della Trasformazione Digitale.

Durante il suo discorso, che ha pronunciato in catalano, castigliano e inglese, re Felipe ha evidenziato i rapidi progressi compiuti dalla Spagna come luogo attraente per avviare nuove imprese nel settore tecnologico. Il Sovrano, però, ha anche dedicato una parte del suo discorso sull’attuale situazione in Ucraina. Anche la famiglia reale spagnola, infatti, ha dovuto modificare i propri piani a seguito della guerra. La regina Letizia si è recata da sola ad aprire ArCo Madrid, una fiera d’arte contemporanea. La coppia, inoltre, ha annullato dall’agenda il viaggio all’isola della Palma. Al suo posto, invece, ha presieduto un consiglio di sicurezza di emergenza.

LEGGI ANCHE: Emanuele Filiberto di Savoia lancia la raccolta fondi per l’Ucraina

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.