"
Arte e CulturaPrimo piano

Bologna, al Teatro Duse “Corrado Augias racconta Tosca”

Lo spettacolo sarà in scena il 30 marzo alle ore 21 nella città felsinea

È dedicato a Giacomo Puccini il nuovo racconto teatrale di Corrado Augias, intitolato proprio Corrado Augias racconta Tosca. Lo spettacolo andrà in scena il prossimo 30 marzo, alle ore 21, al Teatro Duse Bologna.

Si tratta di uno spettacolo dedicato, appunto, alla celebre opera lirica Tosca. Il capolavoro di Puccini debuttò il 14 Gennaio 1900 al Teatro Costanzi di Roma. Per la prima, ai tempi, il ruolo di Tosca venne affidato a Hariclea Darclée, mentre il tenore Emilio De Marchi fu il primo Mario Cavaradossi. Il ruolo del barone Scarpia, infine, fu affidato ad Eugenio Giraldoni. La direzione dell’orchestra andò a Leopoldo Mugnone, e fin dalla primissima messa in scena, alla presenza della regina, l’opera fu un successo.

Corrado Augias – Courtesy Press Office

Sul palco del Teatro Duse di BolognaCorrado Augias torna a far rivivere la magia dell’opera pucciniana con uno sguardo che indaga una delle opere più celebri del compositore lucchese.

La Tosca di Giacomo Puccini raccontata da Corrado Augias

Giornalista e scrittore, Corrado Augias è nato a Roma, ma ha trascorso molti anni all’estero, a Parigi e a New York, dove ha svolto il ruolo di corrispondente del settimanale L’Espresso e del quotidiano La Repubblica. Per quest’ultima cura la rubrica quotidiana di corrispondenza con i lettori. Appassionato di cultura e teatro, in passato ha anche pubblicato molti libri di narrativa e di saggistica, ha scritto per il teatro e ha creato e talvolta condotto molti programmi televisivi. Fin dal 2006, inoltre, per la Corvino Produzioni, porta sui palchi dei teatri di tutta Italia, degli spettacoli dedicati ai grandi nomi del teatro e dell’arte.

Giacomo Puccini

Così, il prossimo 30 marzo, al Teatro Duse di Bologna, lo sguardo del giornalista e narratore si soffermerà sulla Tosca, una delle opere più celebri e di successo di Giacomo Puccini. Un’opera lirica che ha conosciuto un enorme successo e che ha conquistato il pubblico anche a livello internazionale fin dalla primissima rappresentazione. Innegabile che ancora oggi sia universalmente conosciuta e rappresentata ovunque, sempre con ottimi risultati.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Telesette (@tele.sette)

Un’opera destinata all’arte di Puccini

Lo spettacolo, che si avvale della supervisione tecnica e mise en éspace di Angelo Generali, si arricchisce anche di contributi multimediali e brani tratti dall’opera di Puccini. Il compositore aveva manifestato già tempo prima della stesura dell’opera l’intenzione di comporre qualcosa basandosi sul dramma in cinque atti di Victorien Sardou La ToscaEgli stesso aveva assistito ad una rappresentazione dell’opera nel 1889 a Milano, rimanendone profondamente colpito. Osservando la trama, infatti, vi riconobbe subito il soggetto perfetto per un’opera lirica. L’editore Giulio Ricordi si mise subito a lavoro per ottenere i diritti dell’opera, ma sorsero alcuni problemi con Victorien Sardou che portarono Puccini a rinunciare.

La Tosca di Puccini a teatro

Una confessione di Giuseppe Verdi al suo biografo, in seguito, portò Ricordi a riprovare a trovare un accordo per ottenere i diritti del dramma. Verdi, infatti, aveva dichiarato: “Vi sarebbe un dramma che, se io fossi ancora in carriera, musicherei con tutta l’anima, ed è Tosca“. Questa volta Ricordi ottenne i diritti e destinò all’incarino Alberto Franchetti, che pochi mesi dopo vi rinunciò. Fu così che gli subentrò Giacomo Puccini, autore del celebre capolavoro.

LEGGI ANCHE: Veronica Pivetti al Teatro Duse con “Stanno sparando sulla nostra canzone”

Roberta Gerboni

Beauty & Royal affairs

Siciliana, vive a Roma. Appassionata di scrittura e giornalismo fin da giovane, inizia il proprio percorso in redazione a 17 anni, occupandosi di cultura e attualità. Per tre anni redattore del Corriere di Gela, si è dedicata alla redazione di articoli per varie testate online.
Laurea Magistrale con Lode in Lettere Classiche all' Università degli Studi di Siena, dopo aver conseguito la laurea triennale in Lettere a Catania.
Appassionata di salute, bellezza e delle vite dei reali di tutto il mondo.

Back to top button
Privacy